L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (I.N.P.S.)

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun Voto Ancora)
Loading ... Loading ...
Articolo visto 2,811 volte

Di Monica Raideni.

Istituito nel 1898 come “Cassa nazionale di previdenza per l’invalidità e la vecchiaia degli operai” è stato successivamente varie volte riformato nell’ordinamento e nelle attribuzioni. Il suo fine istituzionale è dato dall’esercizio delle assicurazioni  obbligatorie per l’invalidità , la vecchiaia e i superstiti, nonché dalla gestione di forme di previdenza a carattere temporaneo diverse dalle pensioni. L’INPS attualmente costituisce il più grande ente previdenziale italiano, amministrando e gestendo numerosi Fondi e Casse tra cui assumono particolare rilevanza, in quanto concernono la quasi totalità dei lavoratori privati dipendenti:
-    il Fondo pensioni dei lavoratori dipendenti (F.P.L.D.);
-    la Gestione degli interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni previdenziali (che dal 1°gennaio 1989 ha preso il posto del soppresso Fondo sociale);
-    la Gestione prestazioni temporanee ai lavoratori dipendenti (in cui dal 1°gennaio 1989 sono stati fusi i preesistenti fondi, casse e gestioni relativi a ogni forma di previdenza a carattere temporaneo gestita dall’INPS e diversa dalle pensioni).
Ha la propria sede centrale a Roma, nonché sedi regionali, provinciali e zonali e come organi possiede:
-    il presidente
-    il consiglio di amministrazione
-    il collegio dei sindaci
-    il consiglio di indirizzo e vigilanza
-    vari comitati preposti alle varie gestioni e fondi
-    il direttore generale
-    comitati regionali e provinciali
Con circolare 2-2-1999 n. 17, l’INPS ha dettato le linee attuative della deliberazione 28-7-1998 n. 799 mediante la quale è stato definito il processo di strutturazione dell’Ente su tre livelli:
1.    direzione generale: ha il compito di coordinamento e omogeneizzazione di procedure e regole sull’intero territorio nazionale e deve assolvere tutti i compiti operativi e di produzione;
2.    direzioni regionali: sono ubicate nelle città capoluogo di regione e svolgono funzioni di coordinamento e di supporto alla produzione che in precedenza erano suddivise tra le sedi regionali e le sedi autonome di produzione;
3.    agenzie di produzione: sono addette allo svolgimento della normale attività produttiva, con competenze relative sia all’area prestazioni che a quella riscossione tributi.
Va infine ricordato che l’istituto ha assorbito le competenze dell’I.N.P.D.A.I. (Istituto Nazionale di Previdenza dei Dirigenti di Aziende Industriali), soppresso ex art. 42 L.27-12-2002, n.289.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
Tags: inps, Lo sapevate che..., monica raideni

Shortlink:

Categorie Articoli

Inserito da Paolo Garrisi il 14 agosto 2010. Catalogato in Le nostre rubriche, Lo sapevate che.... Puoi seguire tutti i commenti a questo articolo o qualsiasi traccia di esso attraverso gli RSS 2.0. Se vuoi, lascia un commento a questo articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: