La Coppa Acerbo. Motori, consenso, modernità.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun Voto Ancora)
Loading ... Loading ...
Articolo visto 12,423 volte

di Elena Costa

Mostra storico-documentaria 5 dicembre 2009 – 28 febbraio 2010. Città Sant’ Angelo presso CittàSant’AngeloVillage.

Coppa Acerbo, la più importante corsa d’auto che ha fatto conoscere l’Abruzzo in tutta Italia nel periodo che va dal 1924 al 1961.  Una mostra storico-documentaria realizzata nel 2008 dalla Soprintendenza Archivistica per  L’Abruzzo in collaborazione con l’Università di Teramo e con il finanziamento della Provincia di Pescara,  che viene riproposta ad un ampio pubblico a Città Sant’Angelo. Dedicata alla mitica competizione automobilistica che ha visto sfrecciare su Bugatti, Alfa Romeo, Mercedes e tutte le grandi marche dell’automobilismo mondiale piloti entrati nella leggenda: da Enzo Ferrari, primo vincitore, a Tazio Nuvolari; da Manuel Fangio a Stirling Moss.   L’intento è quello di far conoscere ad un pubblico non solo abruzzese, come è quello che affluisce nella struttura ospitante,  le vicende   di questa  gara automobilistica  che come un filo rosso ci conducono nel vivo della società di quegli anni: dalla nascita della provincia alla costruzione di infrastrutture che hanno modellato il paesaggio urbano che ci è ora familiare e di scoprire i volti  di personaggi politici e sportivi protagonisti ed interpreti consapevoli di partecipare ad un evento che poneva  l’Abruzzo all’attenzione del mondo. La Coppa Acerbo si corre per la prima volta quando Pescara  è ancora il piccolo borgo a sud dell’Aterno che la separa da Castellammare Adriatico, il villaggio di pescatori dove effettivamente la corsa ha il suo traguardo, dopo aver attraversato gli abitati di Spoltore, Cappelle e Montesilvano per complessivi 25 km. Solo nel 1927 infatti le due sponde sono amministrativamente unificate e viene creata la provincia. Voluta dall’onorevole Giacomo Acerbo, in memoria del fratello Tito medaglia d’oro della prima guerra mondiale, la corsa diventa da subito un evento tecnico-sportivo di rilievo non solo nazionale  ed un richiamo per la mondanità dell’epoca. Membri della casa reale, gerarchi del regime, ministri e personalità anche straniere dal 1924 in poi si danno appuntamento nella settimana di ferragosto a Pescara. La vita cittadina si anima  tra inaugurazioni, ricevimenti e fuochi d’artificio sul mare mentre la corsa cresce di importanza e viene affiancata da altre gare: la Coppa Abruzzo per vetture da turismo, corse in  notturna, un gran premio di motociclismo e la prima 24ore disputata in Italia. La mostra ricostruisce le vicende della Coppa Acerbo con precisa scansione cronologica evidenziando cambiamenti, trasformazioni e  continuità, non ultimo l’interesse  costante e l’uso propagandistico che il regime seppe attuare con grande capacità e modernità di concezione. Oltre alla figura di Giacomo Acerbo, ministro dell’agricoltura nel periodo cruciale delle bonifiche e della ‘battaglia del grano’ e che ha ricoperto una funzione chiave di raccordo tra il regime fascista  e la classe fedele alla monarchia,  emergono le figure del notabilato locale che lo hanno sostenuto e affiancato nell’azione quali il marchese Diego De Sterlich e il barone Giovanni Casamarte, solo per indicarne alcuni. Personaggi ed eventi di questo periodo sono illustrati da una ricchissima selezione di documenti e fotografie provenienti da archivi pubblici e da numerose collezioni private presentate su pannelli  grigi  per il periodo prebellico, rossi  per le gare post belliche; su banda nera invece le tipologie documentarie classiche: carteggi, progetti, fatture,depliant con un gradevole effetto visivo d’insieme.  Contestualmente alla mostra la Soprintendenza ha prodotto il documentario video  “Motori e uomini. Il circuito automobilistico internazionale di Pescara: dalla Coppa Acerbo al Gran Premio di Pescara, 1924-1961” realizzato con filmati d’epoca messi a disposizione dall’Istituto Luce e da privati. Per gli appassionati di motori sarà quindi possibile rivivere, in bianco e nero, i momenti salienti delle numerose edizioni di questa corsa che richiamava ogni anno fino a 200.000 spettatori. Rivalutare il territorio ed incentivare il turismo. Il Soprintendente Archivistico D.ssa M.Teresa Spinozzi, si dice entusiasta: ‘l’idea nasce dalla provincia di Pescara. Quando ci è stato proposto, noi della soprintendenza abbiamo dato subito il consenso. Il nostro compito è quello di salvaguardare la storia dell’Abruzzo ed è per questo che accettiamo qualsiasi attività di valorizzazione’. Ubaldo De Vincentiis Presidente del Città Sant’Angelo Village, una persona lungimirante, energica. La sua positività traspare subito. Gli chiedo qual’è l’obiettivo di questa mostra: “Innanzitutto rilanciare questa gara storica che a suo tempo ha fatto conoscere l’Abruzzo, la ricordo quand’ero bambino era attesa da tutti. Personalmente sono pronto a far ripartire quest’idea, è un modo per far conoscere l’Abruzzo, potrebbe essere una bella soddisfazione, anche a livello culturale.  La mostra si rivolge ad un pubblico vasto ma soprattutto agli amanti delle auto da corsa. Questa iniziativa spero sarà uno stimolo per gli imprenditori , perché dobbiamo andare avanti e pensare in maniera positiva per la crescita economica e sociale. Bisogna far crescere questa regione, queste sono le idee che servono”. Gianluigi Rinaldo, Direttore Città Sant’angelo Village: la mostra rievoca tutte le foto della coppa acerbo. Abbiamo fornito il locale  con piacere. Coinvolgeremo le scuole e le amministrazioni locali. Siamo fautori e promotori di iniziative culturali. Quest’anno ospiteremo una delle tappe del XII  giro d’Italia. Roberto Ruggeri, assessori ai lavori pubblici della provincia di Pescara: “una manifestazione importante che si svolge nella provincia di Pescara. Siamo sempre attenti a queste manifestazioni. Speriamo possa inoltrarsi negli anni e rendere importante sia la manifestazione che il territorio. Il presidente dell’outlet vorrebbe far rinascere la coppa acerbo … certo la provincia si impegnerà per migliorare tutto il territorio provinciale. Stiamo valutando l’apertura di  tre ponti sul fiume Saline e l’apertura di un nuovo casello autostradale”. Assessore sport viabilità e trasporti di Città S.Angelo, Ignazio Pratense, anche lui presente alla presentazione della mostra. ‘Un’avvenimento che sicuramente porterà turismo in questa zona, un ulteriore tassello che si aggiungere alle varie iniziative. Noi come amministrazione non possiamo che essere contenti di questo’. Francesco Santuccione, giornalista di un noto quotidiano locale, ha fornito una foto storica. “Eccellente. Un’iniziativa che merita anche dal punto di vista socio-culturale. Ancora oggi nel mondo la ‘Coppa Acerbo’ viene ricordata come una delle più importanti gare automobilistiche”. Incontro a sorpresa con Amar Addadi il Presidente del comitato internazionale dei giochi del mediterraneo, la sua simpatia è entrata nel cuore degli abruzzesi con la mitica frase ‘perché nù sem nù’. Oggi ha ricevuto la cittadinanza onoraria a Pescara ed è arrivato qui per ammirare la mostra dedicata alla coppa acerbo. Mi avvicino ed iniziamo a chiacchierare. Cosa pensa dell’Abruzzo?  Questa regione è nel mio cuore, i cittadini mi hanno adottato, li amo per la loro purezza, generosità e amicizia, sono fantastici. Tornerò con mia moglie.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
Tags: cittasant'angelovillage, coppa acerbo, elena costa, Parliamo di..., ubaldo de vincentiis

Shortlink:

Categorie Articoli

Inserito da Paolo Garrisi il 9 marzo 2010. Catalogato in Le nostre rubriche, Parliamo di.... Puoi seguire tutti i commenti a questo articolo o qualsiasi traccia di esso attraverso gli RSS 2.0. Se vuoi, lascia un commento a questo articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

:D :-) :( :o 8O :? 8) :lol: :x :P :oops: :cry: :evil: :twisted: :roll: :wink: :!: :?: :idea: :arrow: :| :mrgreen: